Salute: Bangladesh presenta la melanzana transgenica

Ieri è uscito nella stampa che il Bangladesh sta per lanciare la prima melanzana transgenica sul mercato. Questa melanzana contiene il gene Cry1Ac dal batterio Bacillus thuringiensis (Bt) che conferisce resistenza a due dei più terribili parassiti di questa coltura in Asia, il trapano, sia quello che attacca il gambo che colpisce il frutto. Questo transgene è stato introdotto in 4 varietà locali di melanzane (Bt Brinjal-1 (Uttara) destinate alla regione Rajshahi, Bt Brinjal-2 (Kajla) da coltivare nella regione di Barisal, Bt Brinjal-3 (Nayantara) per Rangpur e Dhaka e Bt Brinjal-4 (Iswardi local) a Pabna e Chittagong.La proteina che queste varietà incorporano è tossica per l'epitelio intestinale delle larve degli insetti, quindi il loro consumo è innocuo nei mammiferi. questo è che il batterio Bt (spruzzato sulla coltura) viene utilizzato felicemente come insetticida ecologica e che vive naturalmente nel suolo.

Una nuova firma nel club delle biotecnologie agricole

Il modello del Bangladesh è stato simile a quello di altri paesi come il Brasile, il Cuba o l'Indonesia, in quanto questo sviluppo non dipende da nessuna multinazionale, ma da un'organizzazione pubblica di ricerca come l'Istituto per la ricerca agricola del Bangladesh (Bari). In questo modo il Paese diventa il primo nella regione che coltiva un organismo transgenico per scopi alimentari. India, Pakistan e Myanmar crescono di transgenici, ma solo di cotone, che in Europa importiamo generosamente (vedi l'etichetta dei vestiti che indossi), anche se impedireamo ai nostri agricoltori di piantare cotone transgenico. Va ricordato che l'India ha sviluppato una varietà simile, ma non è stata rilasciata sul mercato dalle pressioni di gruppi ambientali, guidati tra l'altro da Vandana Shiva, che ha il dubbio merito di aver inventato la leggenda urbana che gli agricoltori in India commettono suicidio a causa dei transgenici. Va notato che è stato originariamente dichiarato colpa di società che hanno venduto prodotti fitosanitari e quando l'India ha iniziato a piantare il cotone Bt, il discorso è cambiato. Vorrei un giorno spiegare che se questo è vero, come può l'India essere il principale produttore mondiale di cotone transgenico? Sono agricoltori zombie? Beh, i dati confutano Vandana.
Un'altra cosa che sorprende è che una volta superato tutte le prove e rilasciato i rapporti che questa varietà ha avuto bisogno di 2 giorni per ottenere l'autorizzazione. Se lo confrontiamo con i dodici anni che la patata Amflora in Europa ha bisogno, ci si chiede perché abbiamo bisogno di così tanto burocrazia.
Il Bangladesh diventa il paese 29 dell'elenco dei paesi che coltivano colture GM e la melanzana si unisce al cotone, alle soia, al mais, al colza, alla barbabietola, alla papaya, al fagiolo, alla rosa e al garofano. elenco degli organismi con varietà transgeniche sul mercato.
Ecco la notizia originale.
Puoi dare visibilità a questa notizia votando qui.

Investimenti nella ricerca pubblica al servizio della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *